LA CASA GIUSTA PER LA TUA VACANZA IN LUNIGIANA!

Posizione

Al centro di luoghi interessanti

descrizione della Lunigiana tratta dal libro di Gioacchino Volpe

In Lunigiana, quel lembo di toscana che si insinua fra la Liguria e l’Emilia, sono presenti le Case vacanze dell’Eremo Gioioso: 2 strutture antiche ed accoglienti al centro di luoghi interessanti.

A breve distanza dalle 5 terre (66 Km, tempo stimato 1,15 h.), da Lerici (51 Km, tempo stimato 45 minuti), da Portovenere (62 Km, tempo stimato 1,20 h.), dalla Versilia (75 Km, tempo stimato 55 minuti) e anche da città d’arte quali Parma (100 Km, tempo stimato 1,20 h.) Pisa (100 Km, tempo stimato 1,15 h.), Lucca (100 Km, tempo stimato 1,15 h.), Genova (135 Km, tempo stimato 1,40 h.) e Firenze (190 Km, tempo stimato 2 h.).

In Lunigiana sei vicino al mare e all appennino

Trattasi di un territorio incontaminato, caratterizzato da ampi spazi boschivi ed, in virtù di queste sue qualità, oggetto del riconoscimento “Area MAB” ((Man and the Biosphere) da parte dell’Unesco.

Lunigiana: una terra con una lunga storia

storia-della-Lunigiana-feudale

Punto di passaggio, pressoché obbligato, per gli eserciti che, provenienti dal nord intendevano percorrere la penisola, la Lunigiana è stata coinvolta in molte fra le più importanti vicende storiche del paese.

A partire dall’antica Apua, capitale degli indomiti liguri apuani, in questi territori si sono poi succeduti insediamenti romani, bizantini e longobardi.

E Longobarda appunto era la stirpe della famiglia di feudatari, i Malaspina, la cui storia si è andata strettamente intrecciando con quella della Lunigiana durante tutto il medioevo ed anche oltre.

Peraltro, nella lunga stagione medievale, imperatori, re, feudatari e signori di ogni dove, con gli immancabili eserciti e capitani di ventura, si sono contesi la Lunigiana rendendola oggetto delle proprie ambizioni.

Per farlo hanno usato sia la spada che la diplomazia.

Talvolta si sono scontrati per conquistarla mentre, più saggiamente, talaltra si sono invece accordati per possederla.

Un ambiente naturale affascinante e salubre

Quello che la Lunigiana è in grado di offrire è un ambiente naturale estremamente bello, green e salutare.

Lunigiana: un'oasi green

Completamente marginalizzata nella seconda metà del secolo scorso, periodo che ha visto un esplosivo sviluppo industriale del paese, il territorio lunigianese, complice l’assenza di una pesante urbanizzazione, si presenta oggi come uno scrigno naturalistico assolutamente incontaminato.

Piccoli borghi in pietra, campi coltivati e vaste aree boschive ne caratterizzano il paesaggio. Peraltro a questo pregevole contesto va ad associarsi, incrementandone l’attrattività, un ricco reticolo di corsi d’acqua che nel loro scorrere disegnano scorci affascinanti, caratterizzati da pozze cristalline e suggestive cascate.

Nell’insieme un sistema con una ricchezza di biodiversità zoologica e vegetale difficilmente rinvenibile in altri ambiti.

Una produzione artistica interessante

Definita terra dei cento castelli, l’urbanistica lunigianese è foremente caratterizzata dall’edilizia militare ( fortezze, torri, cinte murarie) e dalle residenze feudali e signorili.

Ciò non di meno, in questa terra è fiorita una corrente artistica il barocco pontremolese i cui capolavori, particolarmente numerosi in edifici pubblici e privati, la maggior parte dei quali visitabili, sono attualmente oggetto di studi approfonditi da parte del mondo degli esperti d’arte.

Castelli e dimore signorili in lunigiana

Una produzione agricola ricca di prodotti di nicchia

Anziana contadina della Lunigiana esegue cottura nei testi

La Lunigiana ha sempre avuto una forte impronta contadina e l’agricoltura è stata praticata per secoli in modo tradizionale e sostenibile.

In passato, le famiglie contadine erano, per lo più, unità chiuse dedite a produrre quanto loro necessario: un’economia di autoconsumo cui a livello di villaggio si associava una marginale attività di baratto in cui ciascuno dava risposta a ciò che gli mancava attraverso lo scambio delle limitate eccedenze.

Oggi, anche se una serie di aziende agricole, in particolare gestite da giovani, si stanno affacciando al mercato, la logica è rimasta quella dei piccoli numeri e della qualità. I prodotti offerti sono il risultato di un lavoro attento e rispettoso dell’ambiente.

Una produzione che, disponibile in quantità limitate e spesso legate a cicli stagionali, raccoglie apprezzamento in quel crescente strato di pubblico che è oggi alla ricerca di prodotti buoni, salubri e dotati di una propria specificità.

Prodotti dotati di sapore e di una chiara impronta che li rende riconoscibili.

Aspetti che difficilmente appartengono a quanto viene prodotto in grandi numeri e che per essere assorbito dal mercato, inevitabilmente deve rinunciare ad una marcata identità e tendere ad assecondare un palato medio.

Peraltro la qualità di materie prime ha positive ricadute sulla ristorazione locale che è andata trasformandosi nel segno della modernizzazione ma senza stravolgere i principi che l’hanno sostenuta fino ad oggi: buon cibo, porzioni abbondanti, poche concessioni alle mode e prezzi contenuti.

anolini dell'osteria della Luna a Pontremoli

Fra i prodotti che meritano di essere ricordati ci sono:

la cipolla di treschietto
  • le cipolle di Treschietto
  • i fagioli di Bigliolo
  • le patata della Formentara di Zeri
  • il miele DoP della Lunigiana
  • la Marocca di Casola
  • una serie di salumi e formaggi realizzati da una diffusa rete di norcini e pastori
formaggi della lunigiana

I vini in Lunigiana

il bancarelvino: rassegna di vini in Lunigiana

Analoghe condizioni a quelle riguardanti la produzione del cibo hanno visto sorgere un discreto numero di cantine ed un conseguente ricco ventaglio di etichette locali.

Inoltre, non sono pochi i vignaioli lunigianesi che si sono impegnati anche nella riscoperta di vitigni locali quali la Pollera rossa, la Durella e la Barsaglina.

Una ricchezza enologica che trova la sua consacrazione nelle giornate del Bancarelvino: una riuscita manifestazione che, in 40 anni, ha avuto modo di farsi apprezzare da molti appassionati del settore, Veronelli compreso.

la legatura delle viti in Lunigiana

Altre informazioni inerenti Pontremoli, la Lunigiana ed i territori circostanti potete trovarle consultando le seguenti pagine:

Translate »